giovedì 28 maggio 2015

Pezzi di cuore

Cercavo un immagine che rappresentasse "pezzi di cuore". Ho trovato per lo più cuori a pezzi, (concetto molto diverso) e cuori spezzati. 
Ieri era un altra immagine ad avermi colpita, era la Stazione di Porta Nuova a Torino, negli anni 20, simile a questa:
Chi mi conosce dai tempi di Sodalite, lo sa. Torino è entrata prepotentemente a far parte di me 23 anni fa. Mi ha regalato la passione per Cesare Pavese. 
Mi ha regalato ricordi, attimi, scorci a cui non rinuncerei mai  e per nessuno. 
Torino era ed è, casa mia. Un pezzo di casa mia, quello in cui ritorno quando ho bisogno di ricaricare le batterie, di ritrovare energia. Io non so per quale motivo, o forse sì, ma ogni volta che risalgo su quel treno non sono solo spezzata a metà tra il dover andare e il voler restare. Ma ho sempre la testa che va a mille e si fa pervadere dalla voglia di migliorare e di pretendere di più da me stessa. Torino era con me anche quando mi sono allontanata e ho iniziato sfuggirla. Quando mi sono ritrovata a tornarci un po' diffidente e mi è sembrato mi aspettasse da sempre. Quando me la sono reinventata solo mia, nelle mie passeggiate in solitudine, quando ho incrociato ancora mani e abbracci. 
Torino mi ha regalato Pezzi di Cuore (e non un cuore a pezzi). 
Chi mi conosce sa, che queste Persone fanno parte del mio DNA, che le difenderei come una leonessa davanti a qualsiasi cosa e non rinuncerei a loro per nulla al mondo. 
Chi mi conosce sa. 
E, se mai ce ne fosse stato bisogno, oggi una (altra) conferma che i Pezzi di Cuore pulsano all'unisono anche a distanza:
Ripubblico la foto qui sopra su facebook e parlo di nostalgia. Chi mi conosce sa quanto la forzata necessità di restare ferma mi stia costando. E chi non sa, scrive a cazzo: "suvvia, guarda avanti". 
Trattengo: il respiro, la voglia di mandare a quel paese. Sorvolo. Penso solo a Chi sa, ed è proprio Lei, a esserci come sempre, rispondere per me, a sua volta proteggermi: "tesoro piuttosto se ti volti indietro, mi vedi? sono quella che non vede l ora di rivederti!" Eccola mia Sorella, che mi legge nel pensiero. 
Mia Sorella che mi conosce e Sa. E i suoi occhi, che ritrovo al mio fianco e davanti a me. E non importa quanti chilometri, quante difficoltà, quanti momenti sospesi abbiamo vissuto. Lei c è. 
Ho Pezzi di Cuore a Torino e mi commuove sempre la telepatia, il cercarci trovarci e amarci che abbiamo e che supera anche i silenzi. E solo a leggerlo quel commento, è stato come ritrovarmi lì. Un teletrasporto emotivo. 
Guardo avanti da una vita, ma indipendentemente dal mio punto di vista, o dalla direzione del mio sguardo, la punta della Mole, fa sempre capolino. 

2 commenti:

  1. Quanto ti capisco Syssa e quanto condivido in pieno l'amore prepotente per questa città, che continua a chiamarmi, a cercarmi, ed io non posso raggiungerla.
    Per diversi motivi forse, anche io, mi costringo a stare ferma, immobile, e mi faccio male per questo.
    Buon weekend . Un abbraccio.

    P.S.
    Non ti curar di loro, ma guarda e passa....

    RispondiElimina

conto alla rovescia

La sento... la modalità "vacanza imminente" nell'aria. Me ne sono accorta quando, domenica, mettendo i miei jeans preferiti...