martedì 17 febbraio 2015

pensieri sparsi...

C'è un sole che sembra quasi primavera. 
Vorrei essere ovunque meno che qui. Vorrei essere a casa, spalancare le finestre e far cambiare aria. Lasciare al sole lenzuola e piumone, lavare tutto, pulire tutto, partire da un angolo di una stanza e mettere tutto in ordine. Eliminando quello che non serve, quello di cui posso fare a meno. Quello che è lì perché pensavi ti dicesse qualcosa e invece è diventato qualcosa di scontato che, sì, esteticamente ci sta bene ma poi? Poi è lì a prendere polvere. E allora non so mica se ne vale la pena. 
Semplificare. Ecco, mi piacerebbe semplificare, tratti di vita, tratti di casa. Togliere e lavare le tende, magari invertire quelle della camera con il salotto, imparare a fare i biscotti in casa, o che ne so. Ho detto un inquietudine poco chiara, di quelle che diresti che è una questione di chimica, "carenza di magnesio" suggeriva Mamma qualche giorno fa, che sono nervosa, e dormo male. Stanotte ad esempio mi gettavano ancora viva in una fossa comune, e io pensavo "se mi faccio piccola forse non mi prendo la mitragliata e mi salvo" non sono cose belle. Ma forse era l'influenza del film visto ieri. 
Sono stanca di uscire di casa lasciando le tapparelle basse e la casa quasi al buio, per preservare il caldo. Uscire con il buio e rientrare con il buio. Non vedo l ora di spegnere il riscaldamento e lasciare che la luce entri e faccia ciò che vuole. 
Ho cancellato un sacco di mail. Ho disdetto un pranzo, e prenotato un treno per Milano. Scritto alla biblioteca della Terra degli Hobbit, che finalmente ha risposto e attende i miei libri "dismessi". Ho voglia di spazio. Spazio semplificato, meglio organizzato. Come se l'ordine "fuori" mi desse la sensazione di fare ordine e spazio "dentro". Come se stessi cercando qualcosa che non trovo e, l unico modo per venirne a capo, fosse mettere tutto sottosopra, e ricominciare da capo. Ho voglia di cambiare prospettiva, di cambiare punto di vista. Di un nuovo tatuaggio o forse due. Di ricominciare a camminare, che c è una maratona che vorrei, e conto i minuti di luce in più ogni giorno, pronta per andare. 
Ho voglia di rimettere in movimento corpo e idee. 

1 commento:

  1. E' un po' di tempo, che non passavo di qui.
    Mi piace l'aria buona che si respira.
    E se poi si parla di maratone, allora non posso far altro che dirti "VAI!"

    RispondiElimina

conto alla rovescia

La sento... la modalità "vacanza imminente" nell'aria. Me ne sono accorta quando, domenica, mettendo i miei jeans preferiti...