mercoledì 20 febbraio 2013

si va...
















ci siamo. 
è quel giorno, oggi si fa, si scrive. ho controllato che in quella penna ci fosse inchiostro, voglio firmare proprio con quella
e poi ho chiesto in prestito una torcia. che non voglio aspettare sabato. troppo. ho già aspettato troppo. 
mi sono un po' calmata. domenica era peggio, poi vale un po' la regola del "ci sei dentro fino al collo e allora muovi il culo e sguazza". certo... ho divorato un cliente e ho sbagliato a mandare un fax (di 15 pag. maremmaincartapesta) ma il resto è tutto sommato sotto controllo. persino il commercialista che ha, ohibò, dimenticato di saldarmi lo stipendio. ma che ci vuoi fare, sono cose che sfuggono... 
ci siamo. 
è forse l ultimo giorno di stasi perché poi la macchina organizzativa si metterà in moto e poi fermarla è come cercare di far frenare un autocisterna su una lastra di ghiaccio. lasciatela andare va, che ormai dovreste saperlo che riesce a pensare sì e no almeno a 5 cose simultaneamente. e poi aspetto Patty che, salvo valanghe e slavine dovrebbe arrivare sabato mattina... e non vedo l ora. Ci sto pensando alle cose che voglio dirle e scopro che ci sono cose che non sapevo e che ora so... e lo so che detto così non capite una mazza... ma io l ho detto che siamo solo all'inizio. e tanto per cambiare nessuno ha detto che sia facile. 
ma le cose troppo facili a noi ci annoiano... 

9 commenti:

  1. sottoscrivere è una bella assunzione di responsabilità ma è anche liberatorio. Auguri!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai, non è l assunzione di responsabilità a spaventarmi è il timore di non essere all altezza di non farcela, o di deludere. in primis me stessa.
      ma venderò cara la pellaccia!
      e mia mamma la pensa come te, dice che c ho la sindrome della partoriente "eeeehhh... adesso finché non firmi... ogni giorno ti dura il doppio... poi fai la frittata e via!" :D

      Elimina
  2. Che simpatica la tua mamma, e per il resto, sarà come una passeggiata, salite, discese, curve ma anche e soprattutto, tanti rettilinei.

    Evvai!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le discese arditeeeeeee
      e le risaliteeeeeeee
      su nel cielo apertoooo
      e poi giù il desertooooo
      e poi ancora in altooooo
      con un grande saltoooooo

      eeeh... il rettilineo m annoia, guarda l A13, l è una barba! :D però ogni tanto una sosta all autogrill, se pole???

      Elimina
  3. Insomma, mai contente VOI donne!!!
    Evvabè, vada per l'autogril, ma una sosta veloce però, che poi c'è una salitina niente male, vogliamo mica tralasciarla?

    Maddai, 'un se pole! :-)

    'nnagg...!!!

    RispondiElimina
  4. ho mai detto di essere semplice? :P ti scrissi pure in toshano!

    RispondiElimina
  5. Bene, ora sai cosa manca da fare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutto sig. Thunder... manca tutto!!! ma pure qualcosa in più

      Elimina
  6. Uhmmmm... che dici, porto torcia e sacco a pelo ? Mi sa che quì ce n'è da fare !!! Ma sì, un po' alla volta vedrai, la tua casetta crescerà con te ... Io non vedo l'ora sia Sabato, tempeste, bufere,uragani,nevicate permettendo....

    RispondiElimina

pensieri a vanvera... ma non troppo.

Leggo sempre più spesso di persone che mollano tutto e partono. In un paio di occasioni mi è anche stato detto: "perché non molli tu...