giovedì 23 giugno 2011

La chiamata

Che non ha a che fare con nulla di mistico. Anzi. 
E per favore, non si cominci a dirmi cose del tipo "beh, ma lo sapevi no? non la stavi aspettando e allora è pure meglio ora che lo sai... almeno t organizzi". 
Sì. D'accordo. C avete tutti ragione. Era una telefonata che aspettavo, che mi lasciava in bilico, che non mi permetteva di decidere cosa fare della mia estate e tutte queste ragionevoli menate qua. Ma è della mia pelle che si parla, della mia gamba che già negli ultimi mesi ne a viste che basta, di un altra anestesia, di ospedale bisturi e di quella cosa così poco simpatica che risponde al nome di drenaggio, che ti mettono sotto anestesia ma che ti tolgono quando sei vigile e pimpante e l'altra volta ho cacciato due urli e il terzo l ho soffocato mordendo il cuscino. 
 Che poi basta vedere la pubblicità de "Gli Invincibili" per farti guardare allo specchio e dirti "tu sei scema, di che cazzo ti lamenti. Alla fine la gamba c è ancora. Puntellata con due placche e nove chiodi ma c è. Hai così tanti punti di sutura divisi tra lei e l anca che quando te li hanno tolti volevano regalarti due tostapane, ma alla fine ci sei, sei intera, cammini hai ricominciato a guidare. E allora di che cazzo ti lamenti".
Però. 
Però siam sempre lì, che si guarda al proprio orticello e quando ti chiamano e ti dicono "le abbiamo fissato l intervento per il giorno 18 agosto..." le mani iniziano a sudare e la gola diventa secca. Poi ti chiama subito il capo che ti becca ancora in stato confusionale e ti dice "beh, dai forza che così poi si sistema" "eh sì... mi conciano per le ferie...". 
E sì, potrei pure dire che è inutile agitarsi, che devo stare tranquilla ma proprio tranquilla ora non mi sento, che devo pure organizzarmi con l inail che non so come gestirla sta cosa, e poi il ginocchio funziona bene in questo periodo e ti chiedi "ma è proprio necessario?" e sì che è necessario perché le scale mica le fai ancora, e per uscire dalla macchina è una comica, e allora sì è necessario. 
E poi d'accordo. Fortunatamente è dalla metà di agosto in poi, così i primi giorni posso pure vedere di andare da qualche parte a prendere un po' di sole e non pensarci troppo e arrivare in ospedale abbronzata e sorridente (seee come no), però agosto vuol dire anche ferie per tutti, partenze e destinazioni varie, più o meno distanti e quindi ci sarà un po' più solitudine del previsto, e non per egoismo (o forse sì) ma in certi momenti l essere la metà di un cielo ancora da scoprire, ti pesa un cicinin di più.
E poi... 
E poi oggi gira alla scazzo, mi infilerei a letto pure se non c ho sonno. Anzi no, mi rivolterei come un involtino e finirei per alzarmi più nervosa di prima. 
Vorrei guidare. 
Sì. Ecco. Potessi farlo, in questo momento chiuderei baracca e burattini, farei il pieno e piglierei l'autostrada e guiderei, pure per ore senza fermarmi. Guiderei con l'autoradio che va e i pensieri che stanno già km avanti a me. Guiderei la mia Puffa nel nostro primo viaggio insieme. 
Mi fermerei solo in un posto che riconoscerei come familiare, per mangiarmi un'insalata di riso pure fredda da frigo, anche senza dire una parola, che il più delle volte non serve.

14 commenti:

  1. L'attesa è sempre la cosa peggiore... Pensa che passerà anche questa ed intanto fino ad agosto cerca qualcosa che possa distrarti il più possibile... IBAL!

    RispondiElimina
  2. sono d'accordo con Giulio@, trova un modo per distrarti e vedrai che andrà tutto bene!!

    RispondiElimina
  3. Che dirti cara @Sonia, di non banale ... un qualcosa che ti arrivi dentro e ti rassereni ...
    Ma come ho più volte scritto citando @Manzoni, "che sà il nostro cuore, tranne l' istante fra un battito e l' altro" ??
    Ecco, rientra in te stessa ed a quell' istante fuggente, dai un nome ed un volto, estraendolo magari dalla tua memoria, e dal sorriso di chi più hai amato e perduto ... quel nome e quel volto, ti daranno ogni risposta !!!
    A presto ...

    RispondiElimina
  4. Sono Folletta, niente anonimato per me ;-)
    Vediamo se ci arrivo così a prendere il caffèlatte insieme a te
    Bene ho provato e arrivo bene solo come anonimo, quindi porto i biscotti e facciamo festa
    Baci baci

    RispondiElimina
  5. ma sai Giulio... tutto sommato in attesa non ci stavo nemmeno troppo male... ora però sì, ho fino al 18 agosto per cercare di concentrare la realizzazione di tutto ciò che ho in testa...
    (minchia, apriti cielo...)

    RispondiElimina
  6. Cavaliere, posso non essere sempre d accordo con te ma sicuramente non ti trovo mai banale.
    Anche questa volta hai ragione. Quel volto ha una voce che mi diceva sempre "Reagire Bisogna! Reagire".
    e noi si reagisce. o almeno ci si prova.
    bacio grande.

    RispondiElimina
  7. Folletta! finalmente, ci sei riuscita e sono stra contenta. Spero che sia il primo di una lunga dose di caffèlatte.

    RispondiElimina
  8. Su, su, qualcosa ci inventeremo, discola!!

    Thunder

    RispondiElimina
  9. Mr Thunder, lei in questo momento non pensi a me, che c ha un altro pensiero con ben più alta priorità. anzi.. mo faccio uno squillo alla priorità per sentire come va.

    RispondiElimina
  10. Non so cosa tu abbia avuto, ma qualunque cosa sia e leggendo i risultati, ci sta che tu sia anche un po' arrabbiata.

    Ma prima o poi passerà, non è una consolazione, ma è pur sempre la verità.

    Ciao e buona serata.

    Arthur

    ps: sicuro che non ti piacciono le melanzane? :-)

    RispondiElimina
  11. Buongiorno Arthur, melanzane? a quest ora??? per me brioche grazie! :)

    Oggi va già meglio, ma a ottobre ho avuto un brutto incidente (http://acimma.wordpress.com/2010/11/10/incidenti-di-percorso/) e sì, sono incazzata pure parecchio perché chi l ha provocato è scappato, nemmeno il gusto di dirgli in faccia "sei una cretina"... e da quel giorno diciamo che certe cose sono diventate più complicate del solito (5 mesi con le stampelle e 3 in cui potevo uscire solo con la sedia a rotelle) Ma per onestà, devo dire che altre si sono evolute in modo assolutamente positivo e quindi quando dicono che non tutto il male viene per nuocere, almeno in questo caso è parzialmente vero.

    RispondiElimina
  12. Leggo ora..e vorrei dirti "coraggio che passerà anche questa" ma suona un po' stupido.
    Siamo con te!
    Abbracci

    RispondiElimina
  13. non è affatto stupida Cinciamogia! :) anzi.
    passerà di sicuro, o come dice il buon Francesco De Gregori, la faremo passare!

    RispondiElimina

pensieri a vanvera... ma non troppo.

Leggo sempre più spesso di persone che mollano tutto e partono. In un paio di occasioni mi è anche stato detto: "perché non molli tu...